La schiuma sulle strade. Durante i giorni di pioggia va sull'asfalto, durante gli altri giorni nei vostri polmoni

11 agosto 2015






La pioggia d'estate di ieri è stata utile per una cosa. Anche se i romani non vogliono vedere e non vogliono crederci questa è la realtà, quelle schiume misteriose non sono altro che l'inquinamento, i solfati, i liquami, gli additivi che sono nell'atmosfera e precipitano con la pioggia e soprattutto che sono sull'asfalto.

Si tratta della miscela che con l'acqua diventa bianca delle sostanze nocive e velenose che ogni giorno vi respirate e zitti. Perché Roma, non pulendo le strade, fa sì che sull'asfalto si sedimentino per mesi (quando non piove per tanto tempo questo è più evidente) schifezze di ogni tipo. Mortali e tumorali per i polmoni. Vi siete mai chiesti perché a Roma dopo un giorno le strisce pedonali bianche diventano nere: semplice, perché non si pulisce la superficie delle carreggiate mai e le auto camminando acchiappano zozzerie e le portano in giro. Su una superficie bianca questo è più evidente.

Dunque ringraziate chi non pulisce, chi ha rubato sui finanziamenti per pulire, ringraziate chi non fa funzionare i mezzi pubblici, ringraziate chi non attua politiche a favore della bicicletta e della pedonalità, ringraziate chi non limita lo strapotere dell'auto in una città con un numero di vetture-per-abitante che non ha eguali neppure nei paesi sottosviluppati. 

Ci uccidono. Non solo con un tasso di incidenti stradali cinque o dieci volte più grandi rispetto alle altre metropoli europee, ma soprattutto devastandoci il sistema respiratorio, facendoci respirare a più non posso piombo che provoca tumori (e non solo alle vie respiratorie). Una mattanza atroce con dei costi sociali di miliardi ogni anno (togliendo i costi sociali - leggasi costi del sistema sanitario nazionale - dell'auto e mettendoli altrove si potrebbero costruire a Roma due metropolitane all'anno. All'anno!) a cui i romani rispondono: "i probbblemi so arrrtri. E poi la maghina serve. Fatte licaxxitua".

26 commenti | dì la tua:

Anonimo ha detto...

Ahòòòò ma che mo ve attaccate puro aaaa schiuma? Ma fossero questi li pobblemi de Roma ahòòòò!
Ormai nun zapete più che scrive, er blogghe è farzo!
Sparateveee! Impiccateveee! Cacateve nmano e dateve na pizzaa! (ahr ahr ahr)

Rolando ha detto...

Sono anni che si forma questa schiuma quando piove. Pensavo fossero i residui di sapone dei lavavetri ai semafori, però si forma anche lontano dagli incroci.
Ci mancava solo questo...

Tramvinicyus due ha detto...

Sarà la schiuma dii baccelloni dell'invasione dell'urtracorpi....uno già s'è preso Marinho...

Anonimo ha detto...

Parole sante. Parole utili. Parole vane. Parole che saranno ignorate, quando non derise.

fracatz ha detto...

approfittate de questa bbona schiuma e scendete tutti in strada a respiralla che oramai ce semo modificati geneticamente e fa bene alla salute

Anonimo ha detto...

Angora go ze bigiiii???? o volede gabì ghe ge sdanno i golli? numme va de pedalà eggheggazzoaooh!

e boi vojo anna ai festini all'acrobax con l'audi de mipadre, anagabidoh!!!

(intanto, liddove fa caldo, ci sono i colli... https://slowstreets.files.wordpress.com/2015/05/image.jpg)

si bberoh guanno fa freddo gome fai? Da noi farà anche freddo d'inverno, ma in danimarca è molto peggio http://www.cycling-embassy.dk/wp-content/gallery/showcase/cyclists-in-snow.jpg

Secutor ha detto...

Quando state in macchina provate ad alzare il capo e osservare lo stato dei palazzi...degradati, scrostati, sporchi, con i ferri in vista, intonaci cadenti, vecchie parabole e antenne arrugginite....un panorama desolante trasversale in tutti i quartieri dalle borgate al centro proprio come la bucarest la budapest dell'immediato postcomunismo evidente segno della mancanza di lavoro di denari per manutenere i manufatti.....che tristezza l'Italia patria della civiltà occidentale ridotta a rango del terzo mondo come ormai si legge a pioggia sui blog di lingua inglese....che tristezza che vergogna averci conciato in questa maniera chi l'avrebbe mai detto che facevamo questa tristissima fine !

Anonimo ha detto...

Quando stiamo in macchina se alziamo il capo vediamo il tettuccio, genio!

Secutor ha detto...

Porto la mia testimonianza.....sono secoli che la cittadinanza chiede una rotatoria sulla Cassia all'altezza della stazione Giustiniana ora ce' un semaforo che provoca tutti i giorni dalle 7 alle 22 code chilometriche ad andatura stop and start, con evidente rilascio di quantita di scarichi e pulviscoli da ferodo......eppure niente non ce' niente da fare tante promesse, convegni, riunioni....NIENTE IL NULLA per l'eternità e intanto ci respiriamo per una incapacità a fare una rotatoria tutta roba che va in conto per acquistarci un bel tumore gratuito !

lizard ha detto...

La benzina è senza piombo da almeno 20 anni... almeno se dovete fa' i complottisti siate precisi.

Anonimo ha detto...

roma è solo da mettere sotto sequestro ed evacuare!
molti palazzoni di cemento vanno DEMOLITI anche se per fortuna crolleranno entro 50-100 anni
la gente civile scapperà come ho fatto io, perché non si può vivere in quella cloaca da terzo mondo, resterà solo la feccia umana, quella che nello schifo ci sguazza da sempre.
però permettetemi di dire che l'italia merita una capitale migliore!
ci vuole un referendum per chiedere lo spostamento della capitale a milano.

Massimo Lazzari ha detto...

Sono solfati, come già hanno scritto, il piombo è stato eliminato dai carburanti, anzi, il fenomeno è aumentato proprio da quando c'è la benzina verde.

Anonimo ha detto...

Notavo proprio nei giorni scorsi come sia cambiato l'odore della città dopo la pioggia rispetto alla mia infanzia. Una volta si sentiva l'odore degli alberi bagnati, della terra dei parchi e anche certo dell'asfalto e del cemento. Oggi la pioggia ravviva il piscio secco e lo sterco umano che ormai è ovunque, diffondendo per le strade un fetore nauseabondo. Ci avete fatto caso?

Anonimo ha detto...

Direi a questo punto di scrivere all'Unione Europea che a Roma non vogliamo più la benzina e che al più presto devono trovarci un'alternativa eventualmente convocare i più grandi scienzati della terra, quelli in vita e quelli dall'adi là, per inventare qualcosa di nuovo e specifico per Roma.
Chiaramente voi, cari fratelli RFSIANI, mandate le vostre proposte e le vostre foto alla nostra redazione che poi, tutto il materiale, verrà trasmesso a Unione Europea a Nazioni Unite a CEE e per conoscenza anche nell'Aldilà.
Da oggi il nostro slogan sarà, anche, ROMA SENZA BENZINA!
Raga anche qui abbiamo messo becco.
Buona giornata fratelli.

Frate indovino

Anonimo ha detto...

quando mi è capitato di vedere questo fenomeno in giro per roma è sempre stato in zone alberate, io direi che il problema è dovuto principalmente ai pollini...
sotto casa mia ci sono i pini e la schiuma è giallastra, tipico colore del polline di pino.
Comunque ben vengano provvedimenti ecologici e di pulizia.... questa mattina ho visto una spazzatrice AMA evitare con cura i mucchi di aghi caduti durante la pioggia di questi giorni.... dite che il problema è tecnico?
A proposito, tanto per rimanere in tema confronti, a Bangkok qualche anno fa avevano lo stesso nostro modello di spazzatrice ma lì le strade erano pulite......
cià'

Anonimo ha detto...

Vero. Il polline dei pini fa quella schiuma. Vero il piombo non c'è più nei carburanti (per fortuna!). Vero che sulle strade è pieno di sporcizia e di percolato fuoriuscito da cassonetti e compattatori. Vero che l'aria è inquinata (per fortuna non ancora livelli estremi tipo città cinesi o tipo Milano).
La domanda è: ma le acque reflue delle strade, finiscono in fogna e poi vengono depurate?
Da quello che ne so io non credo. Se non ricordo male dovrebbero essere trattate come acque bianche. Quindi dovrebbero finire direttamente nel Tevere e poi a mare.

Anonimo ha detto...

10.24 AM, attendi un attimo e lo scienziato di Tonelli risponderà ai tuoi quesiti?
Ti ricordo che con lo smartphone puoi collegarti a vari siti e trovare le risposte competenti, non esiste solo l'enciclopedia RFS.
Per favore scienziato Tonelli rispondi a questo sprovveduto!

Frate indovino

Anonimo ha detto...

Sto Tonelli visto che ogni giorno cerca di sputare merda su Roma mi chiedo perchè cazzo abita a Roma?
Ma questa merda che sputa su Roma capirei di più se la sputasse da qualche altro posto dell'Italia ma è quasi incomprensibile, dico quasi a meno che non ci siano altri interessi personali da questo blog, che si lamenti e deprima tutti continuando ad abitare qui da noi.
Tonelli Roma non ti vuole e tu odi Roma per com'è, vattene lontano!

Cristina

Anonimo ha detto...

Cristina/o trollettto del cazzo!!! Ma perché non te ne vai a fanculo da un'altra parte? Dato che sei abituata a vivere nella merda e da cui sei uscita, perché non rimani seduta sulla tua sedia da mignotta e aspetti la morte che ti porti via? chi ti paga? quale merdoso pappone ti paga? te lo volevo chiedere ogni volta che ho visto i tuoi commenti da rincoglionita/o..

Anonimo ha detto...

Guarda che non è solo cristino, è l'esercito degli umanoidi inviati sulla terra civilizzata (l'Europa) da parte della terra incolta (Asia-America) per distruggere millenni di superiorità, senza un eccidio di massa dei calzoncini canottati senza calzini non se ne esce.

Anonimo ha detto...

Si sentiva il bisogno di musi gialli a ogni angolo di strada? No. Si sentiva il bisogno di bengalesi fetenti con la loro frutta disposta in codice fuori dai negozi? No. Si sentiva il bisogno di sud-americani urlanti come galline sgozzate in tenuta da basket a ogni angolo di strada? Ma direi proprio di no. Si sentiva il bisogno di calabresi tatuati a gestire ogni bar della capitale? Non mi pare.
Italia e Grecia non prosperavano prima di entrare in Europa? Evidentemente.
E allora, a chi è servito questa devastazione sociale? Ai continenti inferiori, e al bestiame sociale, che è assurto a classe dirigente e a stella polare dello sviluppo.
Cristino va espunto dalla penisola, e con lui tutti i suoi simili.

Anonimo ha detto...

si nun de biasce riomma battene haaoh!
...ecco perchè roma è una merda, perchè c'è gente che considera la vagonata di sterco la normalità.

francesco gaeta ha detto...

roma è senza dubbio una merda. ma chi vive dentro la merda non se ne rende conto. semplicemente perché non ha visto altro in vita sua.

Anonimo ha detto...

Cristina, quanto ce l'hai lungo?

Anonimo ha detto...

a Milano puliscono le strade "a zona" una volta a settimana...

Anonimo ha detto...

mamma mia che schifo di articolo...chi l'ha scritto si è prima informato "REALMENTE"? per caso sa che in questo periodo ci sono per l'aria pollini di determinate piante e che con la pioggia provocano questa reazione?ma che cazzo però....anche questo tipo di persone rovinano la nostra città

ShareThis