7 aprile 2014

Robe che ti fanno dire che la città non ha speranza. Guardate questi titoloni di giornale del 2007. Non c'era la crisi, il sindaco era Veltroni, sono passati 7 anni. Non è cambiato nulla! Anzi, è tutto peggiorato...








11 commenti:

  1. e vi pensate che ora con Marino la situazione cambi?

    leggevo poco fa un link
    http://roma.repubblica.it/dettaglio-news/-/27438
    ogni tanto fanno vedere di fare 2 multe per accontentare il popolino e poi il giorno dopo ancor come prima

    mi spiace
    ma non penso che la situazione cambierà
    scusate se sono pessimista, preferirei che mi chiamaste realista

    RispondiElimina
  2. Stamattina sul 40 express in partenza da termini fogna, strapieno perche c erano una marea di valigie e sacchi con la roba da vendere al centro...una marea di borsoni buttati x terra sull autobus dove non si riusciva ad entrare. Fuori, turisti sbigottiti, alcuni ridevano altri schifati e fuori, in attesa del prossimo autobus, un altra decina di venditori con i pannelli di legno ed altri borsoni. Riomma, anno 2014.

    RispondiElimina
  3. tra 10 anni compreremo il giornale del 2024 e ci saranno ancora le foto dei caldarrostari....
    Ho votato Marino che mi aveva illuso col suo ridicolo "cambiamo tutto" e perchè sconcertato da alemanno, ma ho fatto una cazzata lo riconosco, la prossima volta 5 stelle tutta la vita

    RispondiElimina
  4. Intanto oggi Marino è a Madrid a farsi i cazzi suoi come al solito. Ma che abbiamo fatto per meritarci come sindaco sempre le peggiori mezze seghe trombate dalla politica nazionale? Ma è troppo chiedere che ogni tanto si candidi un normodotato?

    RispondiElimina
  5. Marino e Veltroni. Lassismo e buonismo allo stato puro.

    RispondiElimina
  6. la crisi già c'era. questa e la vera crisi per roma...
    il motivo per cui i negozi chiudono e la gente non esce e non compra. ricordate che questa non è una crisi della produzione, è una crisi di consumi... e chi me lo fa fare a vivere la città e a spenderci i miei soldi se devo essere accolto nella GRANDE BRUTTEZZA, tra nomadi accattoni ambulanti bancarelle camion bari e cartelloni.

    RispondiElimina
  7. L unica soluzione e' scendere in strada tutti insieme e prenderli seriamente a calci nel culo.
    Dallo zingaro all ambulante,dal vigile al politico,tanto sono tutti schifosamente simili e ugualmente responsabili del degrado che ci circonda.

    RispondiElimina
  8. Gentile redazione,
    avevate promesso di inaugurare un blog dal nome BANCARELLOPOLI
    che fine ha fatto?

    RispondiElimina
  9. Da "ciampinese" la notizia che mi ha piu' divertito è quella sul taglio dei voli. Ryanair va e viene con maggiore frequenza dei treni della Metro ...
    Nonostante le chiacchiere sul fantomatico aeroporto di Viterbo e le innumerevoli prese di posizione del sindaco (sindaci) di Ciampino e dei comitati vari.
    Onestamente va detto che chi ricorda le nubi di fumo lasciate dai voli TWA o Pan Am e il fragore degli HU16 del SAR in decollo negli anni '70 non può che sorriderne ...
    Tornando a bomba, c'è poco da discutere.
    Abbiamo milioni (almeno 6) di stranieri che vivono (sopravvivono) in Italia campando in buon parte di "espedienti" e/o di "piccola" delinquenza (evasione fiscale compresa). Cui si aggiungono "almeno" altrettanti italici.
    Li deportiamo tutti ? Fosse comuni ? Campi di concentramento ?
    "Carità" pubblica ?
    Lo Stato/istituzioni/comuni "tollerano" lo status quo perché l'alternativa sarebbe un "filino" nazista (o "stalinista", se preferite).
    Avete soluzioni migliori ?

    RispondiElimina
  10. Interessante notare anche come ciocchetti, uomo dell'udc, ribadisca la necessità di 30'000 nuovi alloggi, magari fatti costruire dal padre-padrone del partito, caltagirone.
    Per il resto cosa vi aspettavate, abbiamo avuto aledanno, un sindaco dalla rinomata incompetenza e dalla rinomata connivenza con personaggi loschi e corrotti. Ha portato un tredicine in consiglio municipale.
    A lui è successo Marino, che si chiamerà come il sale, ma non sa di niente. Anche lui affetto da un'acuta forma di renzismo, se non ne spara una ad ogni intervista non è contento.
    E intanto la città affoga. E i cittadini credono ancora nella vecchia classe politica (il PD al 30% se fosse vero sarebbe l'emblema di come andrebbe riformato il sistema scolastico)

    RispondiElimina
  11. Vorrei inoltre far notare che tutta quella gente che sta ad aspettare all'entrata della metro in via Giolitti non aspetta lì per caso: quello è un punto di incontro per spaccio, non hanno bisogno di andare in periferia o di nascondersi, accade tutto sotto gli occhi di tutti

    RispondiElimina

Ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che inserisce nel commentario. Questa bacheca non può essere moderata a monte.