17 giugno 2011

Parking Montecitorio



Una volta, quando venne risistemata la piazza, la fila dei vasi-dissuasori seguiva la sagoma a terra delle borchie. Poi l'area pedonale venne arretrata, per consentire -giustamente aho!!!- la sosta selvaggia delle autoblu. Che oggi rendono la piazza uno schifo inumano di lamiere, clacson e scappamenti.

10 commenti:

  1. Er cafone a Roma viaggia in auto Blu, sniffa coacaina e corre sulle corsie preferenziali.

    RIOMMA GABITALE DITAJA

    RispondiElimina
  2. Vogliamo un pup per i cafoni delle auto blu e lo vogliamo ora! Non li vogliamo più vedere per strada!!!

    RispondiElimina
  3. E' urgente costruire quel parcheggio multipiano in piazza del parlamento, al posto di quella zozzura che c'è ora.

    RispondiElimina
  4. Chiedere ad Alemanno che a Roma si rispettino le regole è come chiedere ad Al Capone di essere onesto!

    RispondiElimina
  5. E'desolante vedere lo spettacolo di roma (con la lettera minuscola è d'obbligo a questo punto) quotidianamente su questo sito.
    Francamente aldilà dei commenti arrabbiati che facciamo, in fondo non si può che rimanere in silenzio a pensare a quale livello di bassezza sia giunta la nostra città.
    E dopo Alemanno riusciranno i nuovi amministratori a risollevare le sorti di Roma????

    RispondiElimina
  6. In tutta onestà vi dico, visto che alla Camera ci ho lavorato, questa situazione c'è praticamente da sempre. Da ben prima della giunta Alemanno.

    RispondiElimina
  7. Ragazzi, avete la citta' che vi meritate, il senso civico dovete averlo, tanto per iniziare!!! e' un miracolo che i turisti ci vengono a trovare in mezzo a tutta questa monnezza e furbizia!!!

    RispondiElimina
  8. De Magistris: "No alle auto blu, assessori in bici"

    http://napoli.repubblica.it/cronaca/2011/06/17/news/de_magistris_parte_dal_centro_storico_no_alle_auto_blu_assessori_in_bici-17810019/

    RispondiElimina

Ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che inserisce nel commentario. Questa bacheca non può essere moderata a monte.