2 luglio 2010

Ci fate schifo!



Eccolo qui, tutto l'armamentario dei bancarellari romani, una delle forme di degrado -unica in Europa, per trovare robe del genere bisogna andare presumibilmente in Africa o chissà dove- che umiliano più profondamente la città. Marciapiedi impraticabili. Raddoppio degli spazi consentiti. Bancarelle fatiscenti. Furgoni sempre rigorosamente dietro la bancarella (a far da magazzino) in rigoroso divieto e altrettanto rigorosamente palo con cartello di diveto di sosta divelto. Un classico. E poi gli osceni espositori per stampelle su ruote. C'è da ripeterlo: ci fate schifo, voi e chi vi ha autorizzato. Ah, dimenticavamo: qui siamo in pieno Trastevere...

9 commenti:

  1. E' gravissimo! Autorizzazioni vergognose, che non si possono neanche revocare per un cavillo legale. Roba da terzo mondo. Bisogna assolutamente cambiare la regolamentazione di queste schifezze. E metter mano al codice della strada introducendo il principio del divieto di sosta sottinteso ovunque non sia consentita la sosta (strisce bianche, blu, gialle, fucsia, verdi, etc.)

    P.s. L'ultima foto comunque, a prescindere dal cartello divelto, fa comunque propendere per la sanzionabilità di quel "parcheggio" perché a meno di X metri dall'incrocio.

    RispondiElimina
  2. Quoto al 100%, le facessero tutte di un tipo e le mettessero dove la gente può camminare.
    Ora sono banchi orrendi con furgone in sosta vietata, occupano tutto il marciapiede e devi passare dall'altro lato della strada, uno scandalo.

    RispondiElimina
  3. una fila di bancarelle davanti alla metro San Paolo
    -
    http://riprendiamociroma.blogspot.com/2010/05/muraglia-abusiva.html

    RispondiElimina
  4. Una sozzeria unica in una capitale europea. Roma si conferma un SUK dove il degrado è ai massimi livelli.

    MA cosa si aspetta a far pulizia in questa città MARTORIATA? Connivenze?

    M'auguro che la Magistratura faccia chiarezza.

    RispondiElimina
  5. Ci vorrebbe almeno un regolamento urbano che dicesse:
    dove si installano le bancarelle, dev'essere riservato uno spazio di 2 metri di larghezza al passaggio dei pedoni.

    Svendere la città ai bancarellari è stata una scelta di questa giunta, che si può condividere o no. (NO).
    Ma cacciare via i pedoni dai marciapiedi è una vergogna ed è sicuramente vietato dal codice della strada.

    Franco

    RispondiElimina
  6. i bancarellari contro la metro C, Bordoni contro le giunte di centrosinistra
    -
    http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/07/02/news/via_sannio_in_rivolta_per_i_lavori_della_metro-5323250/

    RispondiElimina
  7. Caro Franco. Il 90% (se non di più) della autorizzazioni dei bancarellari sono arrivate molto prima di questa giunta.

    Stavolta l'unica colpa di questa giunta è "solo" avere Bordoni che difende quelli di via Sannio.

    RispondiElimina
  8. Bordoni fa bene a difendere via sannio. les non ha capito bene la situazione ( e anche gli altri). I bancarellari non protestano contro la metro...si sapeva che da tempo, da anni, che si sarebbe fatta. I bancarellari protestano per le soluzioni più o meno temporanee. Bordoni prende atot della situazione, dice si sapeva danni .....possibile che nessuno ha pensato a qualche soluzione ? Ed infatti è assurdo, si sapeva da anni e nessuno si è mosso !

    RispondiElimina
  9. Ma sono autorizzati questi camion con bancarelle?
    io penso proprio di no, altro abusivismo a go-gò..
    il problema è che si qui se ne parla, si mettono le foto ma poi si continua così come se niente fosse, nell'apatia + totale..concordo con tutti voi roma peggio di marrachech, e nessuno fa niente..sigh

    RispondiElimina

Ogni commentatore si assume la responsabilità di ciò che inserisce nel commentario. Questa bacheca non può essere moderata a monte.